Incontra Paul, il tuo nuovo BBO messaggero!

Sono sicuro che hai notato che un nuovo nome si è insinuato come autore dei tuoi post sul blog BBO. Un nome che ci ricorda le sue origini inglesi. La sua storia ci ricorda soprattutto che, nonostante questi tempi piuttosto strani, abbiamo sempre la possibilità di incontrare nuove persone meravigliose.

Prenditi del tempo per incontrare il mio nuovo collega, Paul Sutton. Scopri le sue passioni, la sua famiglia e perché è entrato a far parte del nostro team qui in Francia!

Paul, sei entrato a far parte di BBO durante questo periodo senza precedenti in cui tutti lavorano da casa. Come ti senti ad aver iniziato questa esperienza lavorando da remoto?

Fortunatamente, quando ho iniziato il ruolo eravamo in un periodo in cui potevamo lavorare in ufficio. Sono grato per questo tempo perché ho potuto incontrare alcuni dei miei colleghi, almeno le persone che risiedono qui a Lille. Sono un gruppo molto accogliente. Non potrei desiderare un'accoglienza più calorosa. Nelle ultime settimane molti di noi hanno lavorato di nuovo da casa, il che mi rende grato per aver almeno avuto il lusso di imparare da loro di persona per un mese circa! Stiamo entrando di nuovo in un blocco appropriato, quindi vedremo come stanno le cose dopo questa seconda fase.

Come organizzi la tua giornata? È più difficile lavorare senza condividere un ambiente di lavoro con il team?

Non mi dispiace lavorare da casa davvero. In effetti, negli ultimi dieci anni ho ricoperto ruoli in cui il lavoro a casa è stato tollerato o addirittura promosso attivamente. In realtà trovo di essere più produttivo. Ha senso, ci sono meno distrazioni. Ma sì, mi manca il contatto faccia a faccia con i miei colleghi. Avere un equilibrio tra casa e ufficio funziona meglio.

Puoi spiegare cosa fai in termini semplici?

Il mio lavoro prevede la scrittura e la pianificazione in egual misura. Siamo un piccolo team pratico e collaboriamo strettamente. Tre o quattro di noi spesso contribuiscono alla creazione degli articoli che produciamo. Fortunatamente, abbiamo strumenti che ci consentono di lavorare sulla stessa cosa contemporaneamente da luoghi diversi. La mia giornata può essere composta dal lavoro sulla strategia di marketing, dalla scrittura di un articolo per un evento e dal coinvolgimento dei giocatori sui social media. È un ruolo vario e adoro lavorare nel mondo di Bridge. È un gioco affascinante e mi piace davvero imparare a giocare.

Come sarebbe la tua settimana perfetta?

La mia settimana perfetta consisterebbe nel passare del tempo con la mia famiglia, andare in bicicletta, correre, fare passeggiate, mangiare del buon cibo e bere del buon vino. Amo leggere e giocare - mi piace particolarmente giocare a Catan; quindi, un gioco o due di questo sarebbe fantastico. Trovo anche il tempo per esercitarmi Bridge e medita. Guardare un bel film alla fine della giornata sarebbe la ciliegina sulla torta!     

Che ne dici di viaggiare? Se non fosse per restrizioni di viaggio dove visiteresti?

Mi piace viaggiare. Ho trascorso gran parte della mia vita viaggiando, vivendo in Australia, Regno Unito e Francia. Detto questo, ci sono molti posti in cui mi piacerebbe viaggiare. Non sono mai stato in Africa o in Sud America e mi piacerebbe visitarli in futuro. I miei posti preferiti nei paesi in cui ho vissuto sono:

Sei un amante della musica e suoni uno strumento?

Amo la musica e sto imparando a suonare il pianoforte e il basso. Sto imparando a suonare il pianoforte da 35 anni, quindi ho davvero bisogno di muovermi e iniziare a migliorare! Però sono molto più bravo ad ascoltare la musica che a suonarla!

Sadie, Thalie e Ula

Parliamo della tua famiglia. Potresti dire qualcosa al lettore di BBO su di loro? Qualche bambino?

Sono sposato con Thalie e ho due figli: Sadie e Ula. Ecco una foto di loro all'inizio dell'anno. Sadie e Ula sono al college (scuola secondaria) e Thalie lavora per un ente di beneficenza. Thalie lavora anche da casa, il che aiuta davvero ad allontanare il senso di isolamento mentre siamo bloccati! 

Parlaci delle tue origini, perché sappiamo che sei inglese. Perché hai deciso di trasferirti in Francia e cosa ti piace di più della Francia?

Sono originario di Garstang, una piccola città mercato tra Preston e Lancaster nel Lancashire. Mia madre, mio ​​fratello e mio nonno di 103 anni vivono ancora lì e adoro visitarli, anche se per ovvie ragioni non è possibile in questo momento. Mi mancano anche i miei amici. Soprattutto ora che non li vedo. Di solito ci riunivamo tutti per un weekend in bicicletta / a piedi nelle Yorkshire Dales, ma quest'anno non è stato possibile - e mi è davvero mancato! So che lo hanno fatto anche i miei amici. Speriamo di avere la nostra possibilità nel 2021.

Mi sono trasferito in Francia perché mia moglie è francese e lo adoriamo qui. Lille è una città fantastica, con persone adorabili, splendida architettura e cibo straordinario. Anche essere un appassionato di ciclismo e vivere nelle Fiandre è davvero speciale! Anche se, come molti altri, sono rimasto deluso dal fatto che la nostra gara locale, la Paris Roubaix sia stata annullata quest'anno, si spera che torni nell'aprile 2021.